19 novembre 2018

Umberto Sansoni e il Paleolitico europeo

| Lascia un commento


Nell’ambito del festival Terre dell'Ovest 8 Come Fosse Mare – Echi di Mediterraneo quest'anno organizzata in collaborazione con lo Spazio Storie di Pisogne, l'archeologo Umberto Sansoni ci parlerà di
Veneri steatopigiche, grande fauna e sciamanesimo nel Paleolitico europeo.  

L'appuntamento è per giovedì 22 novembre 2018 alle ore 20.30 presso la Sala Centro Culturale "De Lisi" a Pisogne.

Veneri steatopigiche, grande fauna e sciamanesimo nel Paleolitico europeo



La nascita dell'espressione artistica in Europa è coincidente con l'arrivo dei primi gruppi sapiens attorno ai 40000 anni or sono: un'arte che emerge già con i caratteri di maturità estetica e concettuale, essenzialmente simbolica, sacrale, devoluta ad una gamma ristrettissìma di temi iconografici ripetuti per oltre 30 millenni con poche varianti stilistico - dispositive.
Un'arte che coincide con l' emergere delle nostre tipicità sapiens quali un maturo pensiero astratto e rielaborativo, alte capacità tecniche, facoltà di linguaggio articolato e di canto, danza, musica strumentale e non ultima una precisa attenzione al rituale funerario.
Nei dipinti e graffiti delle caverne santuario, nelle migliaia di pezzi di arte mobiliare, il focus e' essenzialmente su alcune figure di grande fauna, sull'immagine femminile, normalmente steatopigica se non gravida, e, più di rado, sulla maschile teriomorfa e sul segno astratto.
Gli studi sulla mole ormai enorme dei reperti e sui confronti con le manifestazioni etnografiche di similare livello culturale portano ad ipotizzare alla base di questa arte dei primordi un ambito essenzialmente animistico- sciamanico.
***

Umberto Sansoni
Archeologo, direttore del Dipartimento Valcamonica del Centro Camuno di Studi Preistorici, opera del 1976 nell'ambito dell'archeologia rupestre e della simbologia preistorica. Ha condotto regolari campi di rilevamento in Val Camonica e missioni di ricerca nel Sahara e nei grandi siti d'arte rupestre europea. 
Tags : , , , , , , , , , , , , , ,

Nessun commento:

Posta un commento

Iscriviti alla newsletter e seguici

Per trovare notizie dalle biblioteche del Sistema Bibliotecario Ovest Bresciano, tra la Franciacorta e il Sebino. La cultura, le persone, i gruppi di lettura e i viaggi. Nelle Terre dell'Ovest è un modo per comunicare un’identità, attraverso una comune promozione dei servizi delle biblioteche.

Il Sistema Bibliotecario Ovest Bresciano fa parte della Rete Bibliotecaria Bresciana ed è composto da 17 biblioteche, 25 professionisti (tra bibliotecari, catalogatori e addetti al prestito), oltre 250.000 documenti tra libri, dvd, audiolibri, riviste e molto di più…

Il Sistema Bibliotecario Ovest Bresciano ha attivato alcune collaborazioni rilevanti nell’ambito dell’impegno alla cultura. In particolare la BCC del Basso Sebino finanzia le attività promozionali annuali, l’Associazione “Il Club” di Palazzolo sull’Oglio supporta il Sistema nell’organizzazione degli eventi legati alla creazione di reti sociali attraverso l’evento annuale “Il Benessere Partecipato”. La coop. Socioculturale infine è partner nell’organizzazione degli eventi culturali come “Nelle terre dell’Ovest” e nelle attività sistemiche di marketing.

Il Centro Operativo del Sistema Bibliotecario Ovest Bresciano si trova presso la sede della Biblioteca comunale di Palazzolo sull'Oglio (BS) Lungo Oglio Cesare Battisti, 17 - 25036 030.7405592-595 email: c.o.bresciaovest@comune.palazzolosulloglio.bs.it

Seguici su Twitter

In evidenza

Margini - Suggestioni dall'Oriente Europeo

“Nelle Terre dell’Ovest 6: Margini” è il nuovo appuntamento che il Sistema Bibliotecario Ovest Bresciano offre alla sua utenza.  Il...